Cos’è il Nordic Walking

Il nordic walking è una nuova disciplina sportiva che si sta affermando in tutto il mondo; attività fisica per tutti e per tutto l’anno che offre un modo facile, poco costoso e divertente di gustare uno stile di vita sano e attivo. Il nordic walking è una camminata sportiva in cui si utilizzano bastoncini appositamente studiati per ottenere il massimo dei benefici fisici da questo naturale movimento. Praticato inizialmente dagli atleti scandinavi come preparazione estivo – autunnale per lo sci di fondo, è stato rielaborato come proposta di fitness per tutte le età e come rieducazione posturale dinamica. I bastoncini vengono utilizzati non solo come appoggio, ma come leva sulla quale spingere, in modo da coinvolgere attivamente tutta la muscolatura della parte superiore del corpo e aumentare il consumo energetico a parità di velocità e distanza percorsa. Il nordic walking favorisce il consumo dei grassi, migliora il tono muscolare, l’equilibrio posturale e l’elasticità articolare. Questa attività fisica si pratica all’aperto: il movimento a contatto con la natura diminuisce la tensione da stress e aiuta a sviluppare l’elaborazione logica e creativa del pensiero. Camminando ad andature pari al 60-70% della massima frequenza cardiaca, il nordic walking diventa un vero e proprio brucia grassi; aumentando leggermente la velocità della camminata migliora la resistenza e potenzia il sistema cardiocircolatorio. Il nordic walking favorisce uno stile di vita più sano e attivo e rappresenta un grande aiuto nella cura e nella prevenzione di malattie dell’apparato muscolo-scheletrico, nella riabilitazione dei cardiopatici, nella gestione del morbo di Parkinson e per chi soffre di problemi di obesità e diabete.

Miglioramenti posturali col Nordic Walking

La posizione eretta del corpo stabilizza la parte centrale e allinea dinamicamente la testa,il torace e il bacino.

Con l’utilizzo dei bastoncini viene aumentata sia l’ampiezza del movimento delle braccia che quella del passo,con conseguente tonificazione delle spalle e dei glutei.

Il  movimento ampio del braccio e della gamba permettono la rotazione dell’asse della spalla in senso inverso a quello dell’asse del bacino, amplificandone la fisiologica rotazione/controrotazione fra la parte superiore e quella inferiore del corpo e realizzando un continuo massaggio degli spazi intervertebrali.

Bastoncino posteriore: la mano viene aperta durante la fase di spinta, creando un effetto pompa sul sistema di ritorno linfo-venoso dell’arto superiore; la completa apertura a fine spinta fa rilassare il braccio, la spalla e la zona cervicale.

Bastoncino anteriore: nella fase di recupero la mano si chiude velocemente, concentrando la forza di spinta sull’impugnatura per favorire un buon appoggio sul bastoncino.

Nella fase di appoggio il bastoncino viene piantato nell’area sotto il baricentro del corpo al fine di migliorare l’assetto posturale e rendere subito funzionale la nuova fase di spinta.

Movimento fisiologico della rullata del piede: tallone, metatarso, polpastrello dell’alluce e delle dita permettono di potenziare la stabilità e la spinta, aumentando l’ampiezza del passo e sviluppando per gli arti inferiori un effetto pompa di ritorno linfo-venoso.